(IN) Netweek

MILANO

Al voto! E ci rovineranno anche le meritate vacanze L’amico del popolo di Roberto Poletti

Share

Non so a voi, ma a me l'idea che si voti a settembre o al massimo a ottobre fa paura. Non perché mi facciano schifo le elezioni, intendiamoci. Anzi, votare è indispensabile e avremmo dovuto confrontarci con le urne per il rinnovo del Parlamento nazionale già da parecchio tempo, visto che la gente mi pare stufa di quelli che comandano adesso. Sono spaventato perché conosco mezzi e mezzucci della campagna elettorale. Che a questo punto si sposterà dai mercati agli ombrelloni. Con la solita tecnica della presa per i fondelli, dove a fare la parte del leone sarà il primo cretino che la spara più grossa dei suoi colleghi sguinzagliati dal partito a mendicare voti.

L'invasione della politica nelle località di villeggiatura, complice anche la stagione televisiva ferma per le ferie, è e sarà inevitabile. Con il rischio che i pochi che si possono permettere le vacanze causa crisi se le vedano pure guastate, a meno che non decidano di girarsi dall'altra parte e far finta di niente. Ci rovineranno l'unico mese dell'anno in cui vogliamo scordarci di tutto, perché ne abbiamo il sacrosanto diritto. Inutile fare appelli alla decenza, i signori del Palazzo in cerca di poltrone e strapuntini vari se ne fregherebbero bellamente. E allora forza e coraggio.

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:plt

Pubblicato il: 09 Giugno 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.