(IN) Netweek

PAVIA

Yamaha davanti a Ducati e Honda Il borsino dei costruttori

Share

Yamaha Über Alles, almeno sin qui. La casa di Iwata ha raccolto per ora due successi (con Mavericks Viñales) e due podi (con Valentino Rossi), mettendosi in mostra come leader assoluto del Motomondiale.

Per il momento Honda e Ducati sembrano leggermente in ritardo (nonostante Dovizioso sia terzo in classifica piloti), mentre per esempio i piloti del team satellite Yamaha Tech 3 (Johann Zarco e Jonas Folger) stanno dimostrando il fatto loro.

La HRC non sembra brillare come lo scorso anno: la messa a punto non è ancora ottimale ma Marc Marquez non è certo tipo da scoraggiarsi alla prima difficoltà. Anzi.

Discorso diverso per la rossa di Borgo Panigale: la potenza, come dimostrano le grandi accelerazioni nei rettilinei c’è, quello che manca (come già successo in passato) sono equilibrio e ciclistica. Attenzione però al circuito di Austin: si tratta di un tracciato particolarmente veloce che mette in mostra un rettilineo di 1.200 metri.

Potrebbe dunque rivelarsi una gara favorevole alla Ducati e al quattro cilindri desmodromico: chissà che Jorge Lorenzo non riesca finalmente ad emergere con la sua nuova «consorte».

Una cosa è certa: dopo il GP delle Americhe mancheranno ancora ben quindici gran premi. Quindi è ancora presto per tracciare conclusioni affrettate: la corsa verso il titolo è appena iniziata.

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:cde

Pubblicato il: 21 Aprile 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.