(IN) Netweek

PAVIA

Un circuito cortissimo e «cittadino» Meno di 3,5 km di lunghezza, pista stretta e sorpassi difficili

Share

(bgf) Il circuito di Montecarlo, all’interno della città di Monaco, è considerato il «classico dei classici» in tema di Formula Uno. Quando si parla di bolidi e di automobilismo, il pensiero corre subito a tre posti: Monza, Indianapolis e Montecarlo. La pista monegasca è tuttavia, secondo i più esperti fra gli addetti ai lavori, la meno adatta alla bisogna e la meno spettacolare (incidenti a parte) di tutto il Mondiale. Certo la cornice è senza eguali (cfr. articolo qui sopra) ma se si considera il tracciato dal punto di vista esclusivamente motoristico, è tutta un’altra storia. Si devono percorrere ben 78 giri perché il circuito è cortissimo (solo 3 km e 330 metri) e per di più infarcito di curve su strada stretta. Difficilissimi se non impossibili i sorpassi, molto si gioca sui pit-stop e sulla strategia di gara. Di solito chi è in testa ai primi tre giri, se poi anche non vince, si piazza tranquillamente sul podio.

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:bgf

Pubblicato il: 26 Maggio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.