(IN) Netweek

PAVIA

La Ferrari va all’assalto anche di Sochi Tempo da battere 1’19’’ di Rosberg; la Ferrari arriva carica dopo l’exploit che ha fruttato ben due vittorie in tre gare

Share

(bgf) Torna questo fine settimana il «circus» della Formula Uno: si corre a Sochi in Russia, su un circuito relativamente nuovo dato che è stato inaugurato solo tre anni fa. Si tratta di un tracciato molto particolare, disegnato con creatività che prevede molte curve di cui una molto lunga a semicerchio davvero impegnativa per i piloti e per la prestazione delle macchine. La pista è lunga 5 chilometri e 853 metri: è la terza pista più lunga del calendario di Formula 1, seconda solo a Spa e Silverstone. La larghezza della pista varia dai 13 metri nel suo punto più stretto ai 15 metri in corrispondenza della linea del traguardo, posizionata lungo il rettilineo principale. Il circuito, che segue un andamento a senso orario, comprende 12 curve a destra e 6 a sinistra: numerose sono quelle ad angolo retto che metteranno alla prova la trazione della vettura in uscita curva. Facile immaginare che proprio questo fattore possa far combinare prestazioni ad alta velocità con repentine frenate (e chissà come reagiranno gli pneumatici). Resta da dire che su questo tracciato finora la Mercedes ha sempre dettato legge (tre vittorie su tre Gran Prix disputati) e che il giro più veloce è stato fatto registrare da Nico Rosberg lo scorso anno: un pazzesco 1’39’’. Riuscirà qualcuno a fermare le lancette sotto questo limite già di per sé difficilmente eguagliabile? Di sicuro le prestazioni dei bolidi in fase di prove per la pole position non saranno così decisive: i sorpassi sono molto frequenti e la velocità di punta massima supera i 310 all’ora!

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:bgf

Pubblicato il: 21 Aprile 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.