(IN) Netweek

VALLE SALIMBENE

La vecchia scuola del paese da oggi torna a nuova vita «Residenza Romano» potrà  ospitare fino a 12 anziani Il sindaco Daniela Gatti Comini: «Un progetto partito 2 anni fa dall’importante risvolto sociale»

Share

La soddisfazione del sindaco di Valle Salimbene Daniela Gatti Comini è grande, perché finalmente l'ex-scuola primaria del paese ha trovato una nuova e utilissima destinazione d'uso: «Il fatto che sia stata totalmente ristrutturata a spese della società Start e che al suo interno stia per avere inizio l'attività di residenza continuativa per anziani è per noi dell'amministrazione comunale motivo di grande orgoglio - afferma - Avevamo prima tentato di mantenere in vita la scuola, non essendoci riusciti abbiamo meditato a lungo sulle modalità di riutilizzo dell'edificio anche perché per convertirlo ad altri usi avremmo dovuto investire una cifra abbastanza ingente. L'iniziativa della società Start che ha pensato di accollarsi questi oneri per dare vita alla casa famiglia "Residenza Romano" in grado di ospitare fino a 12 anziani autosufficienti o parzialmente non-autosufficienti è dunque per noi di straordinaria importanza. Ora stiamo per completare la convenzione affinché la società abbia la possibilità di gestire la struttura per un congruo numero di anni. Aprirà il 13 aprile e comincerà l'attività con tre ospiti, mentre sono molto numerosi coloro che hanno già chiesto informazioni e si sono messi in lista d'attesa per il prossimo futuro.

I titolari della Start meritano i nostri complimenti sia per come hanno portato a termine i lavori di ristrutturazione, sia per l'arredamento degli interni, caldi e accoglienti come a casa. Ricordo che davanti all'edificio c'è un bel giardino, mentre alle sue spalle si trova un appezzamento di terreno comunale che vorremmo concedere almeno in parte a uso delle persone che occuperanno la struttura perché possano praticarvi orticoltura e frutticoltura. Comunque sono tutti dettagli che approfondiremo in seguito». Tra i progetti futuri c'è anche quello di sfruttare la Residenza Romano per creare un centro diurno anziani: «E' un'alternativa possibile che si affiancherebbe alla residenzialità continuativa. Di certo c'è che tutti gli ospiti saranno quotidianamente stimolati con diverse attività. Se troveremo le modalità corrette, per esempio, ci piacerebbe fare in modo che possano recarsi quotidianamente nella nostra scuola d'infanzia per leggere ai bambini una delle favole antiche tratte dalla collana che custodiamo gelosamente in Comune».

Per chiudere gli auguri dell'amministrazione a residenza Romano: «Il nostro auspicio è che tutto funzioni alla perfezione - conclude il sindaco - Essendoci tutti i presupposti, sono sicura che sarà senz'altro così».

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 07 Aprile 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.