(IN) Netweek

PAVIA

Via Mirabello a senso unico, sì o no? Il consigliere Maggi: «Stiamo proponendo una sperimentazione; il percorso dell’autobus non verrebbe modificato»

Share

Via Mirabello sempre al centro della cronaca locale. Fa discutere, infatti, la possibile sperimentazione del senso unico in direzione del centro città per motivi di sicurezza.

Da un lato ci sono i promotori dell’iniziativa, e dall’altro i suoi detrattori. Due schieramenti che, per sostenere la propria posizione, non hanno mancato di raccogliere firme a favore (ben 435)  e contro il provvedimento (circa 250) che sarà presto discusso in consiglio comunale grazie a un apposito ordine del giorno.

Questa settimana a tenere banco sono coloro che sostengono l’utilità della sperimentazione del nuovo assetto viario: «Abbiamo tenuto proprio l’altro ieri, mercoledì, una conferenza stampa per illustrare le ragioni per cui io e altri 5 consiglieri del PD (Elena Madama, Mariattime GattiGiuseppe Lorusso, Michele Lissia e Antonio Campanella) abbiamo scelto di sostenere l’ordine del giorno in cui si chiede la sperimentazione del senso unico - afferma il consigliere Sergio Maggi -  Non solo, ne abbiamo anche approfittato per tranquillizzare tutti coloro che temono una deviazione della corsa della linea dell’autobus sulla parallela via Pavesi. Noi ben ci guardiamo dal chiedere questo e anzi sosteniamo che la linea 1 debba continuare ad articolarsi come oggi in via Mirabello».

Ma in sostanza cosa si propone al Consiglio comunale? «Di dare avvio alle pratiche per la sperimentazione del senso unico in direzione del centro città - riprende Maggi - L’unica eccezione verrebbe fatta proprio per la linea dell’autobus che resterebbe sulla via in entrambi i sensi di marcia». I motivi per cui l’esperimento sarebbe auspicabile sono presto detti: «La via Mirabello è troppo stretta per ospitare il doppio senso di circolazione. Spesso è stata teatro di incidenti stradali, alcuni anche mortali. Ci sono punti in cui quando due vetture s’incrociano per evitarsi sono costrette a salire sul marciapiede. E poi ci sono la Scuola d’infanzia Malcovati e la Scuola primaria che si trovano proprio nel tratto di strada più scomodo. Qui la mole di traffico all’ora di entrata e di uscita dei bambini lievita notevolmente con grande aumento dei rischi per l’incolumità dei piccoli e dei loro genitori. Non solo, proprio negli ultimi giorni abbiamo sperimentato le difficoltà causate da un afflusso di automobili superiore alla media grazie all’apertura al pubblico del Castello Mirabello nell’ambito delle Giornate del Fai: oltre 1500 persone hanno visitato la struttura. La viabilità con doppio senso di marcia si è rivelata poco funzionale a sostenere un flusso di traffico più consistente». Molti sono contrari alla sperimentazione perché temono che il senso unico possa diventare un assetto definitivo: «Assolutamente no - conclude Maggi - Quella che noi promuoviamo sarebbe solo una prova. A tempo debito, dopo aver sperimentato sulla propria pelle la bontà o negatività della modifica, sarebbero poi i cittadini residenti a esprimere l’ultima parola sul da farsi».

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 31 Marzo 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.