(IN) Netweek

PAVIA

Il welfare aziendale al Mondino è realtà Grazie a un’apposita piattaforma i lavoratori potranno avvalersi di beni, servizi e prestazioni in diversi ambiti

Share

È stato presentato il 5 settembre scorso alla Fondazione Mondino, dal Presidente Fabio Rugge e dell’Amministratore Delegato e Direttore Generale Livio Pietro Tronconi, il piano di Welfare Aziendale fruibile tramite la piattaforma di servizio sviluppata da UBI Banca. Il progetto è parte integrante del piano industriale approvato per il triennio 2017-2019 e prevede l’adozione di un piano welfare con risorse economiche incrementali rispetto a quelle già destinate alla premialità della produttività del proprio personale.

«La Fondazione Mondino – ha dichiarato Rugge - vuole essere un datore di lavoro modello. Esserlo è un dovere soprattutto per le istituzioni che si occupano di salute. Il benessere di chi si rivolge a noi è qualcosa di specialmente prezioso e delicato. Deve essere garantito da un impegno puntuale e cordiale di tutti. Ecco perché relazioni di lavoro armoniose sono indispensabili. È la direzione in cui ci muoviamo con convinzione e con gli strumenti più avanzati a disposizione. Da questo punto di vista, UBI si dimostra un partner avanzato e affidabile.

Come azienda il Mondino ha di fronte sfide ambiziose: anche da questo punto di vista, la solidarietà interna è cruciale. Il supporto e la condivisione di tutti i collaboratori è infatti la chiave del successo».

«Si è ritenuto di investire sull’incentivazione del fattore produttivo più importante dell’azienda, appunto il personale – ha dichiarato il professor Livio Tronconi - quale fattore strategico e indispensabile per il successo dello stesso piano industriale. Sul bilancio 2017 si sono riservati 50.000 euro, oltre a quanto già destinato per la produttività collettiva del personale, al fine di sostenere il personale che insieme, con dedizione e fedeltà, lavora per un obiettivo comune e condiviso: il complessivo rilancio della Fondazione».

Il Regolamento Aziendale in cui sono contenuti i dettagli relativi al piano di Welfare è stato sottoscritto da tutte le OO.SS. firmatarie della contrattazione aziendale della Fondazione (CGIL Funzione Pubblica, UIL F.P.L., UGL SANITÀ, ANAAO).

L’iniziativa riguarda circa 250 dipendenti ed è rivolta a tutto il personale con contratto a tempo indeterminato e determinato in servizio da almeno 6 mesi nell’anno solare di riferimento e consente di scegliere tra beni, servizi e prestazioni nei seguenti ambiti:

1) educazione e istruzione per i familiari (tra cui le spese per servizi di baby sitting, asilo nido e scuola materna, rette scolastiche, servizi di pre-scuola e post scuola)

2) assistenza ai familiari anziani o non autosufficienti

3) buoni carburante e buoni acquisto

4) istruzione, ricreazione e assistenza sociale (tra cui abbonamenti a palestre, centri benessere, ingressi a teatri, cinema, mostre)

5) previdenza complementare.

Il Credito Welfare per ciascun dipendente ammonta a 200 euro annuali relativo all’esercizio 2017. La disponibilità del credito welfare è attivata tramite una piattaforma informatica, sviluppata da UBI Banca e attiva a partire da oggi, a cui ogni singolo avente diritto potrà accedere mediante apposite credenziali (ID e password).

Il credito welfare per i dipendenti sarà disponibile fino al 30/11/2017. Nel caso in cui il Dipendente non eserciti alcuna scelta entro tale data, il versamento della somma relativa affluirà ad apposito fondo pensione intestato al Dipendente stesso.

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 08 Settembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.