(IN) Netweek

VOGHERA

Già  14 premi per «Shanda’s river» Il film, girato in lingua inglese e in soli nove giorni, sarà  presentato anche al Voghera Film Festival di novembre

Share

Sono ben 14 i premi vinti dal film horror «Shanda’s River» del giovane regista vogherese Marco Rosson. Quattordici e tutti meritati a giudicare dai consensi di critica che, finora, la pellicola ha ottenuto, oltre al buon successo che al momento sta riscuotendo negli Usa. Girato a Voghera tra l’Hotel Zenit, il corso del torrente Staffora e il parco palustre di Lungavilla, il film è frutto di soli nove giorni di riprese effettuate nel 2016, con una troupe di dodici persone. «Il film mi è stato richiesto per il mercato americano ancora molto sensibile al genere horror - spiega Rosson - Non mi aspettavo tutto questo successo, sono molto soddisfatto. Sto valutando con attenzione le diverse offerte che mi sono arrivate, ma personalmente vorrei sperimentare qualcosa di diverso rispetto ai soliti circuiti di distribuzione. Per questo non è escluso che porti con me la pellicola al Film Market di Berlino che si tiene in occasione del celebre festival». Dei quattordici premi ottenuti quello più importante è senz’altro il Los Angeles Film Award che ha visto la protagonista Margherita Remotti trionfare come migliore attrice. Naturale chiedere al regista perché «Shanda’s river» sta conquistando la critica: «Probabilmente perché nel girarlo ci siamo ispirati agli horror di Dario Argento, Bava e Fulci, uno stile che in America ha ancora grande seguito», spiega.

Il film narra la storia della professoressa Margherita che si reca a Voghera per studiare le vicende che hanno portato alla morte di Shanda, presunta strega vissuta nel XVII secolo. Misteriosamente la protagonista comincia a svegliarsi ogni mattina alle 4 vivendo vicende che irrimediabilmente la portano a morire ammazzata sempre in modo diverso. Come e perché ciò accada sarà svelato alla fine della pellicola che dura circa 90 minuti. «E pensare - conclude il regista - che si tratta di un film prodotto con un budget inferiore ai 10.000 euro e con soli 4 attori», motivo in più per festeggiare.

Oltre a Margherita Remotti recitano in «Shanda’s river» anche Claudia Marasca, Diego Runko e Marcella Braga (Shanda). Un’ultima notizia che farà felici i cinefili di casa nostra: visto il successo riscosso negli USA Rosson presenterà la sua pellicola anche in Italia e più precisamente al Voghera Film Festival il prossimo mese di novembre.

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 13 Ottobre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.