(IN) Netweek

VOGHERA

A tu per tu con il Comandante Alfa Pubblico delle grandi occasioni per la presentazione del suo secondo libro intitolato: «Io vivo nell’ombra»

Share

Pubblico delle grandi occasioni presso il Salone del Museo storico di Voghera per la presentazione del secondo libro «Io vivo nell’ombra», un resoconto sulla vita e sulle azioni straordinarie di un fondatore dei GIS, ribattezzato dai suoi uomini «Comandante Alfa». Oltre trecento persone hanno apprezzato una serata che l’avvocato Maurizio Niutta ha definito una grande lezione di educazione civica. Lo stesso Avvocato, nella sua veste di Ufficiale di Complemento in congedo dell’Arma di Artiglieria, ha introdotto e posto una serie di domande al Comandante, anche in modo non convenzionale ricordando, per esempio, come non tutti siano a favore dell’Arma dei Carabinieri e delle Forze dell’Ordine e come vi sia chi non perda occasione per eccepire sul loro operato e per richiedere l’introduzione nell’ordinamento di una serie di lacci e lacciuoli che rendono sempre meno efficace il contrasto ai delinquenti e alle forze del disordine.

Il Comandante ha voluto ricordare che alla violenza si accompagna spesso la prepotenza e la sopraffazione rendendo impossibile la civile convivenza e l’esercizio dei più elementari diritti democratici. A portare i saluti anche il Sindaco del Comune di Voghera, Carlo Barbieri. Gli onori di casa e i saluti sono stati indirizzati al Comandante da chi ha voluto organizzare la serata e cioè del Presidente Sezione UNUCI Voghera – Oltrepò, Prof. Antonio Zinni e del Presidente Sez. di Voghera dell’Associazione Nazionale Carabinieri, Marco Salvadeo.

In modo convinto e appassionato l’autore del libro ha ricordato di come abbia dovuto rinunciare alla propria vita privata; anche i familiari per lunghi anni non hanno conosciuto esattamente il lavoro e il servizio a cui era stato assegnato. E negli anni ha maturato un curriculum militare impressionante e da ultimo la Croce d’oro al merito dell’Arma dei Carabinieri. Non è un caso che questa onorificenza l’abbia dedicata e voluta condividere con tutti coloro i quali abbiano fatto parte del suo gruppo, racconta nel libro: «una squadra, un gruppo unito da un vincolo più forte del sangue».

Il Gruppo è nato ufficialmente il 6 febbraio 1978 e si ricorda nel libro come i disordini e l’eversione avessero raggiunto livelli di grave pericolosità nel nostro Paese.

L’Avv. Niutta ha poi voluto ricordare come i proventi del primo libro del Comandante, «Cuore di rondine» siano stati devoluti in beneficenza agli orfani dei militari dell’Arma e come questa seconda impresa letteraria sia dedicata e gli introiti devoluti, al Reparto di Pediatria dell’ospedale di Castelvetrano, il paese siciliano di nascita del Comandante. E a questo proposito lui stesso ha ricordato la sua difficile infanzia siciliana e l’orgoglio di far dire ai suoi concittadini e agli Italiani che a Castelvetrano non ci sono solo mafiosi. Naturalmente nel libro si narrano le tante azioni svolte con efficienza da un gruppo altamente addestrato. Sequestrati, liberati, malavitosi italiani e stranieri, terroristi catturati, trafficanti di droga intercettati anche in mare aperto, azioni di difesa della popolazione civile in zone ad alto rischio di terrorismo e di guerra civile. Tutto realizzato in tempi rapidi, con azioni che si svolgono in frazioni di secondo ma che sono il frutto di una lunga preparazione e pianificazione. E accettando il rischio della propria incolumità con la naturale paura superata dalla consapevolezza che l’arma in più del Gruppo è la coesione, la fiducia nei propri compagni di missione, l’azione sincronizzata come quella di un unico uomo.

In conclusione l’avvocato Niutta ha ringraziato il Comandante che ha voluto dedicare a tutti un suo autografo per i libri acquistati. Basti pensare che solo questa attenzione ha comportato un suo impegno in sala dopo la chiusura del dibattito, per circa un’ora e mezza. Questo potrebbe essere il parametro per misurare il gradimento che i presenti hanno avuto da una serata che rimarrà per sempre nella nostra esperienza umana.

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 01 Dicembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.