(IN) Netweek

VIGEVANO

Sbronzo e armato spara sulle macchine Alcuni passanti hanno avvisato il 112; l’arresto fuori da un bar; a casa sua altre armi regolarmente denunciate

Share

Sarà processato venerdì mattina per direttissima presso il Tribunale di Pavia il 30enne che ha compiuto il folle gesto di sparare con una pistola per la strada (senza provocare feriti). Si è trattato di una scena da film svoltasi a Vigevano lo scorso venerdì mattina presto, intorno alle 7. L’uomo, di origini calabresi, incensurato e padre di tre figli, aveva appena avuto un violento litigio in casa ed era uscito armato. Per sfogarsi, anche se di sicuro non è il modo migliore, aveva bevuto un paio di grappe in un bar. Aveva regolarmente pagato e poi era uscito in strada. Era prestissimo, dunque grande traffico non ce n’era. Per fortuna la sua rabbia è confluita su oggetti fermi come le auto in sosta, vuote. L’uomo ha estratto la pistola ed ha cominciato a far fuoco. Una, due, tre volte: sparando a casaccio i proiettili hanno colpito un paio di macchine perforandone la carrozzeria. Nessuno si è fatto male, nessuno è rimasto ferito e questo è già un bene.

Quindi il folle «pistolero» è entrato in un altro bar per proseguire il giro di bevute. Quando è uscito, però, c’era già una «Gazzella» dei carabinieri pronta ad attenderlo. Non è stata una situazione facile da sbrogliare, perché il 30enne era ormai mezzo ubriaco e comunque con una pistola carica in tasca: che reazioni poteva avere di fronte ai militari? Poteva scapparci la sparatoria? Il rischio era più che reale. I carabinieri, comunque, sono riusciti nell’intento di farlo ragionare e l’hanno fermato senza nefaste conseguenze. Una volta disarmato e ammanettato, è stato caricato in macchina e portato alla caserma centrale dove ha smaltito la sbornia ed ha risposto alle domande degli inquirenti. Nel frattempo una pattuglia di carabinieri si è recata presso la sua abitazione per verificare il racconto dell’arrestato ed effettuare una perquisizione. All’interno dell’appartamento i militari hanno rinvenuto diverse altre armi, tutte regolarmente denunciate, che sono state sequestrate dall’Autorità Giudiziaria. L’uomo, come detto, sarà processato per direttissima venerdì mattina a Pavia e non si esclude che la pena possa essere esemplare.

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:bgf

Pubblicato il: 17 Novembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.