(IN) Netweek

PAVIA

«Sofia si veste sempre di nero», il nuovo libro di Paolo Cognetti Le recensioni dei librai della Feltrinelli di Pavia

Share

“Sofia si veste sempre di nero” di Paolo Cognetti,

Edizioni Minimum Fax

E’ una donna la protagonista del suo nuovo libro, un romanzo composto da dieci racconti autonomi che la accompagnano lungo trent'anni di storia: dall'infanzia in una famiglia borghese apparentemente normale, ma percorsa da sotterranee tensioni, all'adolescenza tormentata da disturbi psicologici, alla liberatoria scoperta del sesso e della passione per il teatro, al momento della maturità e dei bilanci.

Prima luce. Un'infermiera, amante di un uomo sposato e dedito all'alcol, veglia notte dopo notte la piccola Sofia Muratore, nata prematura. Prende l'abitudine di parlarle e le racconta dei risvolti della sua vita infelice e di come la nascita non sia altro che "una nave che parte per la guerra".

Una storia di pirati. I genitori di Sofia, Roberto e Rossana, tentando di salvare il proprio matrimonio, si trasferiscono dalla caotica Milano nello sperduto paesino di Lagobello. Sofia ha otto anni e tra le cose che maggiormente desidera vi è un cane e la pace tra i suoi genitori.

Due ragazze orizzontali. Un Sabato pomeriggio di fine estate una Sofia adolescente, approfittando dell'assenza dei genitori, tenta il suicidio con Valium e alcol. Viene ricoverata in una clinica psichiatrica dove intrattiene un singolare colloquio con una ragazza anch'essa ricoverata, Margherita. Sette anni dopo Sofia vive a Roma ed ha intrapreso una carriera come attrice. Rientrando nel suo appartamento trova una lettera, la cui mittente è proprio Margherita.

Sofia si veste sempre di nero. Marta è la zia di Sofia e la sorella di Roberto. Conosce Rossana al matrimonio del fratello, un matrimonio riparatore, poiché Rossana, studentessa di arte, porta già in grembo Sofia. Marta appartiene al movimento partigiano e vede sporadicamente la famiglia del fratello, solo ad alcune cene, segnate dall'imbarazzo e dai litigi. Tutto cambia quando Marta riceve una telefonata da Rossana e le due donne, perseguendo un progetto impossibile, diventano amiche.

Disegnata dal Vento. Roberto è un ingegnere che negli anni '70, in pieno miracolo economico, entra nell'Alfa Romeo. Assieme ai problemi di depressione della moglie, nella vita di Roberto, arriva anche Emma, giovane ed attraente compagna di lavoro, che presto diventa sua amante.

Quando l'anarchia verrà. Sofia ha vent'anni frequenta una seminario di recitazione a Milano ed intrattiene una relazione col suo professore, Leo. Sogna di frequentare una prestigiosa scuola di cinema a Roma. Nel week-end va a Lagobello, a trovare il padre, ora malato di cancro.

Le attrici. Sofia vive a Roma dove studia Cinema e divide un appartamento con due ragazze dal carattere singolare, Caterina ed Irene. Ogni weekend torna a Milano ad assistere il padre, ormai profondamente malato.

Sulla stregoneria. Una Sofia bambina trascorre una breve vacanza al Lago, nel mese di Settembre. La madre stremata dalle nevrosi e dall'insonnia dopo pochi giorni torna a Lagobello; Roberto e Sofia trascorrono dolci e malinconici momenti padre-figlia.

Le cose da salvare. Rossana, rimasta vedova e sola da anni ormai, un giorno d'inizio estate allaga la cantina. I ragazzi di Lagobello, sotto ordine delle relative madri, accorrono ad aiutarla.

Brooklyn Sailor Blues. A questo punto si svela il narratore della storia, Pietro. Pietro conosce Sofia a New York mentre è impegnata a girare un film con Yuri, compagno di stanza ed amico di Pietro.

Paolo Cognetti è candidato al premio Strega 2017 con il romanzo “Le otto montagne”

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 12 Maggio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.