(IN) Netweek

PAVIA

Sassaiola contro il treno Una bravata che potrebbe costare carissima ai responsabili; indaga la Polfer

Share

Sono quasi sicuramente ragazzi residenti fra Pavia e dintorni i responsabili dell’inconsulto gesto che ha causato il blocco di un importante treno interregionale; un raid che avrebbe potuto provocare anche ferimenti tra i passeggeri se non peggio. Un atto vandalico insomma che poteva avere conseguenze drammatiche quello messo in atto nei confronti del convoglio Trenitalia lungo la linea Milano-Tortona, raggiunto da alcuni sassi scagliati contro i finestrini mentre i vagoni erano in piena corsa. La notizia è stata resa nota da Trenitalia: «Dalle ore 18.55 alle ore 19.25 l’InterCity 35079 (Milano - Livorno) è stato fermo a Voghera per la riparazione del vetro di un finestrino, danneggiato in partenza da Pavia per il lancio di sassi da parte di ignoti». Fortunatamente non ci sono stati feriti, ma la Polfer indaga e non è escluso che le telecamere poste lungo i percorsi delle strade ferrate possano dare elementi utili per identificare gli scriteriati responsabili del gesto.

Val la pena ricordare in questa sede, visto che l’argomento è del tutto attinente, cosa rischiano i responsabili di idiozie come questa. Il fatto riveste rilevanza sia penale sia civile, e le due cose non si escludono anzi si «sommano» a vicenda. Vuol dire che, oltre alle pene previste per il reato (interviene la Polizia o i carabinieri) c’è anche la questione monetaria (multe, risarcimenti, sanzioni accessorie) che la violazione dei regolamenti ferroviari comporta. Sicché, per la parte penale il reato è nella migliore delle ipotesi danneggiamenti e lesioni: significa da sei mesi a tre anni di carcere (più 619 euro di multa). Per la parte civile invece, la violazione del regolamento di Trenitalia prevede il pagamento di 90 euro per ogni minuto di ritardo provocato al convoglio. Ossia mezz’oretta di ritardo comporta il pagamento di 2.700 euro: una bella mazzata! Inoltre, non bisogna dimenticare che in caso di ferimento o contusioni delle persone a bordo, ciascuno dei feriti può rivalersi chiedendo ulteriori risarcimenti (quasi sempre di quattro zeri) ai responsabili. Come dire: una bravata che ti cambia la vita!

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:bgf

Pubblicato il: 13 Ottobre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.