(IN) Netweek

PAVIA

Sanità lombarda: un convegno ben riuscito L’Assessore Gallera ha promesso risorse per gli anziani in RSA. Nell’aula dell’Asp c’erano oltre 300 persone

Share

In un’Aula convegni dell’ASP di Pavia che ha visto la presenza, durante i lavori, di oltre 300 persone particolarmente interessate, si è tenuto l’evento organizzato dalla UIL f.p.l.

L’Argomento era l’attuazione della riforma del sistema socio sanitario, approvata con legge 11/8/2015 n. 23 e ora in via di attuazione. Presenti tutti i protagonisti a cominciare dai Dirigenti sindacali della UIL f.p.l. e della UIL Pensionati che hanno incentrato la loro attenzione sul diritto dei cittadini ad avere prestazioni sanitarie adeguate ed in tempi accettabili oltre che a tutelare i lavoratori di questo settore particolarmente esposti proprio per i diritti essenziali che si trattano. Non è un caso che in conclusione della giornata il Segretario Provinciale Mimmo Galeppi abbia proposto di istituire presso il Comune di Pavia un momento di confronto permanente sull’attuazione delle riforma e sulla situazione della sanità pavese. La scelta del Comune capoluogo non è casuale considerando che oggi la Provincia per modalità di nomina e per funzioni sembra sempre più un simulacro di forme vuoto di contenuti. L’Assessore regionale al Welfare, avv. Giulio Gallera ha voluto sottolineare l’obiettivo della riforma che è nella sostanza quello di sfidare le criticità dei prossimi anni che vedranno una crescita dei bisogni anche in rapporto all’aumento della popolazione anziana e quindi degli stati di cronicità e di fragilità da assistere con le migliori e più appropriate procedure.

Interessante la precisazione dell’Assessore che a seguito della bocciatura intervenuta in sede nazionale, della proposta di Regione Lombardia di annullare per la maggior parte dei casi i ticket sanitari, ha promesso di destinare la stessa cifra, circa 35 milioni di euro, in favore degli anziani ospiti nella RSA. Intervenuti pure il direttore generale dell’ATS di Pavia, dr.ssa Pavan che ha chiarito il ruolo di programmazione che dovrà svolgere l’ATS; il Direttore Socio Sanitario dell’ASST dottor Gozzini, il Direttore Generale dell’IRCCS Maugeri, dottor Migliavacca, il direttore generale dell’IRCCS S. Matteo, dottor Del Sorbo e il Presidente dell’Ordine dei Medici, dottor Belloni.

Durante la giornata ha portato pure un contributo istituzionale l’Assessore Laura Canale che ha la delega alla Sanità del Comune di Pavia. A fare gli onori di casa oltre che a partecipare al confronto il Direttore Generale dell’ASP di Pavia, avvocato Maurizio Niutta alla presenza pure del Presidente dottor Roberto Dionigi e dei Consiglieri Marco De Angelis e Marco Salvadeo. Ad avviso dell’Avv. Niutta la Regione Lombardia, realtà trainante in un contesto nazionale sempre più in difficoltà, ancora una volta ha l’ onere di fornire soluzioni non limitate all’ambito regionale ma all’intero Paese poiché le questioni che si sono affrontate con la riforma sono estendibili così come ci ricorda il Piano Nazionale della Cronicità, approvato nel settembre 2016. Le riforme si pongono degli obiettivi, a distanza di qualche tempo si potrà dire se gli stessi sono stati centrati o se occorrono aggiustamenti o variazioni. Fondamentale è l’apporto che ciascun protagonista vorrà dare in positivo considerando però strategico pure il quadro normativo nazionale che non può essere di intralcio ad un recupero di efficienza e di efficacia vanificando la sostenibilità dell’intero sistema. Perciò, ha precisato l’avvocato Niutta ci aspettavamo indicazioni diverse dalla riforma del pubblico impiego che anziché porsi l’obiettivo principale del licenziamento si sarebbe dovuta far carico del problema esattamente opposto e cioè di far lavorare meglio e di più i dipendenti garantendo nel contempo agli stessi migliori condizioni economiche.

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 02 Giugno 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.