(IN) Netweek

PAVIA

La Messa con il vescovo al Polivalente «Emiliani»

Share

Grande festa con il vescovo al Centro Polivalente «Emiliani». Soddisfatto dell’iniziativa il presidente dell’Asp Pavia avvocato Maurizio Niutta: «Con il nostro vescovo entra la gioia nelle nostre strutture e nei nostri cuori». E’ stata proprio una grande festa presso la struttura amministrata dall’Asp di Pavia dove risiedono 30 utenti in condizioni di disabilità grave e gravissima. Il vescovo di Pavia è stato accolto con gioia dagli ospiti, dai loro congiunti, dagli operatori e dagli amministratori del Centro. Si è aperto così come si deve il periodo liturgico dell’Avvento e si è dato pure significato alla Giornata Mondiale della disabilità. Molto importante il periodo della visita poiché l’avvento è proprio la preparazione immediata alle festività natalizie che commemora la venuta del Signore giunto nel mondo immedesimandosi con umiltà nella nostra condizione umana. E monsignor Sanguineti durante la celebrazione della Santa Messa ha voluto portare la speranza di questa attesa che è poi il mistero che ciascun uomo coltiva nel proprio animo. Tutti gli uomini, nessuno escluso. Gli ospiti e gli operatori del Centro, proprio per l’attesa del Natale, hanno già predisposto per un bellissimo presepe e un albero addobbato. Intanto si stanno moltiplicando le iniziative natalizie che vedranno il culmine nell’arrivo di quei regalini così come richiesto dagli ospiti con splendide lettere natalizie. Ad accogliere l’ alto prelato il presidente dell’Asp Dionigi, i consiglieri Montanari e Salvadeo oltre che naturalmente il consigliere di nomina vescovile Contrini. In rappresentanza del personale, come detto, il direttore generale Niutta. Hanno potuto quindi assistere unitamente gli ospiti e i loro congiunti alla celebrazione della Santa Messa salutando le parole di attenzione del Vescovo con un lungo applauso ed illustrando le molteplici attività che ordinariamente si svolgono all’interno della struttura. Gli ospiti e l’arte-terapeuta che ravvivano di iniziative il laboratorio d’arte hanno reso omaggio di una semplice ma significativa brochure raffigurante la Madonna con una toccante poesia intitolata «l’Angelo» composta da un ospite particolarmente portato verso questa forma artistica. Il Vescovo ha potuto verificare come all’interno della struttura la partecipazione e il confronto permettono di vivere con semplicità, coesione e comprensione. Un esempio di come la bontà riesca ad ottenere i migliori risultati.

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:bgf

Pubblicato il: 08 Dicembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.