(IN) Netweek

PAVIA

La Battaglia di Pavia e la Zuppa alla pavese La vittoria degli spagnoli ebbe grande eco in tutta Europa e finì col determinare i destini dell’Italia nei secoli successivi

Share

Il 24 Febbraio 1525 si svolse nei campi attorno a Mirabello la grande battaglia di Pavia tra l’esercito francese guidato da Francesco I re di Francia e quello ispano – imperiale di Carlo V, comandato da Charles de Lannoy viceré di Napoli. I francesi subirono una disastrosa disfatta e lo stesso re di Francia fu catturato. La battaglia, una delle più famose e importanti della storia, ebbe grandissima eco in tutta Europa, e determinò i destini dell’Italia nei secoli successivi.

Per i Pavesi a questa battaglia è anche legata la nascita della Zuppa alla Pavese che, secondo un’antica tradizione, fu servita a Francesco I da una contadina della cascina Repentita dove il re fu portato subito dopo essere stato catturato.

La ricorrenza dell’anniversario della battaglia di Pavia assume quest’anno particolare rilievo perché coincide con l’ottimo risultato ottenuto dal comitato «Il castello di Mirabello rivive» nell’ambito del concorso FAI i Luoghi del Cuore. La raccolta di oltre 5800 firme ha dimostrato ancora una volta, e con fatti concreti, l’alto interesse dei cittadini pavesi per il castello di Mirabello e la storia della battaglia di Pavia, ad esso strettamente collegata. Di particolare rilevanza è anche la vittoria ottenuta da un gruppo di Associazioni e cittadini con il progetto «Mirabello e il suo castello» nell’iniziativa lanciata dal Comune di Pavia «Pavia Partecipa». Tale vittoria ha consentito lo stanziamento da parte del Comune di Pavia di una somma di 40.000 Euro da destinarsi ai primi interventi in favore del castello di Mirabello. Questi interventi riguardano prima di tutto la pulizia e la sanificazione interna, il taglio dei rampicanti esterni che hanno aggredito e soffocano l’ala orientale del castello e la pulizia della corte. Il Castello di Mirabello – afferma Luigi Casali, Presidente dell’Associazione il Parco Vecchio, - è sempre in attesa del recupero degli ambienti interni che lo rendano visitabile e fruibile dalla comunità. La destinazione naturale e più consona alla storia del Castello – continua Casali – è strettamente legata al Parco Visconteo e alla battaglia di Pavia. Le sue sale dovranno accogliere una mostra permanente sul Parco Visconteo e sulla battaglia del 24 febbraio 1525, con spazi riservati alla didattica per le scuole.

La manifestazione si svolge con la collaborazione del Circolo Mirabello, della Parrocchia di Santa Maria Assunta in Mirabello, dell’ANIOC (Associazione Nazionale Insigniti Onorificenze Cavalleresche) e del Sodalizio dei Cavalieri della Zuppa alla Pavese.

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 24 Febbraio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.