(IN) Netweek

PAVIA

I longobardi fanno più bella Pavia Saranno portati a termine anche lavori di valorizzazione dello spazio antistante la chiesa perchè sia meglio fruibile dai turisti

Share

La Giunta del Comune di Pavia ha stabilito di dare avvio, con urgenza, ad una serie di interventi di recupero e valorizzazione della cripta di Sant'Eusebio e dell'area limitrofa di piazza Leonardo da Vinci.

Sarà un'operazione di riordino, pulizia e restyling, sia della cripta che degli spazi d'accesso e limitrofi, ora adibiti a parcheggio e ospitanti giochi, così che alla testimonianza longobarda siano restituiti il decoro, l'evidenza e la piena visibilità, consoni ad un bene culturale e turistico che si vuole qualificare come monumento.

«All'interno del progetto "Pavia capitale longobarda. Città dei Saperi e dei Sapori" - ricorda il Vicesindaco e assessore al Commercio, Angela Gregorini - abbiamo previsto il recupero e la valorizzazione delle cripte longobarde, con speciale riguardo per la cripta di Sant'Eusebio - di proprietà comunale - ed una migliore sistemazione dell'area di piazza Leonardo da Vinci, con l'obiettivo di dare forma ad una zona di rispetto e di fruizione del monumento, liberando lo spazio adiacente dalle macchine in sosta e dai giochi esistenti. Gli attuali parcheggi riservati a Poste Italiane e ai disabili saranno spostati ma verranno ugualmente garantiti. La cripta, così valorizzata, sarà nuovamente fruibile e visitabile nelle giornate dal 26 al 30 maggio, quando Pavia tornerà ad essere la capitale ideale dei longobardi grazie ad una serie di iniziative e manifestazioni turistiche e culturali che abbiamo ideato».

Il budget a disposizione per gli interventi che saranno effettuati è stato previsto in 60.000 euro, ai quali potranno aggiungersi altri 40.000 euro, recuperabili da economie sulle varie azioni del progetto di recupero e valorizzazione.

«La riscoperta della cripta di Sant’Eusebio, vero e proprio tesoro sotterraneo di Pavia, è un'eredità che vogliamo rimanga alla città dalla stagione di promozione della Pavia Longobarda che abbiamo immaginato con Cult City - aggiunge Giacomo Galazzo, assessore alla Cultura - Non solo mostre, non solo eventi, ma anche interventi di valorizzazione del nostro patrimonio che possano aumentare l'attrattività di Pavia nei prossimi anni. Interverremo sia sulla parte monumentale, con un "restyling" interno ed esterno della magnifica cripta, sia sul contesto esterno con una riqualificazione della Piazza. Intendiamo investire su Piazza Leonardo per renderla più adeguata alla frequentazione di visitatori e turisti, come si conviene a un luogo speciale della nostra città: la sede della Cripta e delle Torri nonché il luogo di connessione ideale tra la Città e il suo Ateneo. Anche per questo, da maggio, in quel luogo torneranno attività culturali e spettacoli».

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 19 Maggio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.