(IN) Netweek

PAVIA

Forza Greta, torna leggiadra più che mai Spingeva la bici sulle strisce pedonali, è stata messa sotto da un pesante bilico; operata d’urgenza ora è a Niguarda

Share

Facciamo tutti il tifo per lei: forza Greta, ce la devi fare! Devi tornare in classe e in pedana più forte e bella di prima! Ha molto colpito l’intera comunità pavese quanto accaduto alla giovanissima ginnasta travolta e quasi uccisa da un Tir mentre si stava recando a scuola. Lo scorso venerdì doveva essere una giornata di studio prima e di allenamenti poi. E invece un gravissimo incidente stradale l’ha fatta finire su un letto d’ospedale con fratture multiple (e dolorosissime) a gambe e bacino.

La giovane promessa della ginnastica italiana Greta Riccardi, 15 anni, atleta in forza alla «Casati Arcore» ma che gareggia per la «Rhythmic School» di Biella, stava andando al Liceo ed era sulle strisce pedonali, lungo il Ticino, vicino a dove abita. Una manciata di minuti prima delle 8 la ragazza, mentre portava a mano la bicicletta per attraversare la strada sulle strisce pedonali, è stata investita da un autoarticolato. Le condizioni di Greta sono apparse da subito gravi.

La giovanissima è stata immediatamente trasportata all’ospedale San Matteo dove è stata sottoposta ad un delicato intervento chirurgico durato oltre nove ore per via delle gravi lesioni subite al bacino e alle gambe. I medici dell’ospedale hanno provato a ridurle le fratture, alcune gravissime. Al San Matteo i chirurghi vascolari e gli ortopedici hanno eseguito un intervento durato oltre nove ore per ricostruire le ossa e ricucire i vasi sanguigni. Poi la ragazza è stata trasportata al Niguarda di Milano. Nei prossimi mesi ci saranno altri interventi chirurgici e sicuramente una lunga riabilitazione: il primo passo sarà quello di rimettersi in piedi con la speranza di tornare a condurre la stessa vita di prima e il sogno di tornare anche a gareggiare in pedana. La grande famiglia della ginnastica ritmica è pronta a fare il tifo per lei, certa di vederla nuovamente in pedana.

Accanto a lei da venerdì scorso, oltre naturalmente ai genitori, c’è Antonella Chiesa, la sua allenatrice con la quale quasi ogni giorno si allenava.

E anche la redazione del «Pavia7» porge alla giovanissima atleta tutti i migliori auguri di pronta guarigione.

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:bgf

Pubblicato il: 24 Novembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.