(IN) Netweek

PAVIA

«Fondazione Mondino» compie 100 anni E’ stato un 2017 all’insegna del cambiamento

Share

È stata presentata il 28 aprile alla Fondazione Mondino, alla presenza del Presidente Fabio Rugge e dell’Amministratore delegato e Direttore Generale Livio Pietro Tronconi l’attuazione del piano di sviluppo triennale, che prevede anche l’adozione della nuova immagine della Fondazione.

«Ho assunto la Presidenza del Mondino un anno e mezzo fa – ha dichiarato il professor Fabio Rugge - Si è trattato di un periodo intenso e appassionante. Abbiamo adottato un nuovo statuto e ridisegnato gli organi di governo. Abbiamo così ottenuto maggiore efficacia e ridotto significativamente le spese istituzionali. Abbiamo adottato un piano industriale che mancava. Nel piano sono presenti investimenti che cubano 4,5 milioni. Si tratta di un impegno non indifferente per un'azienda che ripartiva con qualche problema di bilancio. Abbiamo ottenuto la conferma dello status di istituto di ricerca (IRCCS). Sono più che soddisfatto e ringrazio tutta la gente del Mondino con in testa il direttore generale Livio Tronconi. È questo il nostro modo, concreto e simbolico, di festeggiare 100 anni di vita al servizio della cura e della ricerca».

Nel segno di Golgi e Mondino

La rappresentazione grafica di un neurone, visto per la prima volta grazie alla «reazione nera» che lo scienziato Camillo Golgi ottenne a Pavia nel 1873 e per cui venne insignito del Premio Nobel nel 1906: questa in sintesi la nuova immagine della Fondazione Mondino, Istituto Neurologico Nazionale a Carattere Scientifico (IRCCS), nata nel 1917 per iniziativa di Casimiro Mondino, allievo di Golgi.

«Non abbiamo più solo un logo - commenta Livio Pietro Tronconi, Amministratore Delegato e Direttore Generale dell’Istituto - ma un progetto di comunicazione visiva che deriva dalla volontà di dare alla Fondazione Mondino un’identità forte e moderna, rispondente ai canoni estetici e di comunicazione contemporanei. Nel nuovo logo e nella nuova immagine il neurone diventa per la Fondazione Mondino un elemento distintivo, ma anche evocativo e valoriale forte, strettamente legato alla storia di Pavia e della sua Università”.

Il concept e il progetto grafico sono stati realizzati dall’agenzia Echo di Pavia: per la nuova immagine, accanto al neurone di Golgi, è accostato un monogramma FM in bianco su campo blu, dove il blu tradizionale dell’Istituto è stato declinato in due toni, a sottolineare la stretta connessione tra la ricerca e la cura.

Un anno

di grandi cambiamenti

Nel 2017 prende corpo la prima fase attuativa del Piano Industriale, approvata lo scorso novembre, con investimenti per 4,5 milioni di euro per il triennio 2017-19 e l’adozione di un più efficiente modello organizzativo, a partire dalla modifica del CdA (passato da 9 a 6 membri).

Oltre al rinnovato impegno nelle aree terapeutiche di malattie neurodegenerative, cefalee, sclerosi multipla, malattie rare dell’adulto e del bambino, è previsto un potenziamento della capacità di risposta dell’Istituto ai nuovi scenari.

Tra i primi provvedimenti, i lavori di ampliamento del reparto di Neuropsichiatria infantile, che passa da 6 a 12 letti, di cui 6 riservati al servizio psichiatrico puro (in Regione sono solo 3 i letti, riservati alle emergenze) e la realizzazione del centro diurno in via Trieste, dedicato ai pazienti adolescenti. Particolare attenzione sarà riservata alle patologie come l’anoressia nervosa, sempre più diffuse e che necessitano di specifici percorsi terapeutici.

Nel giro di poche settimane si concluderà inoltre l’iter della convenzione con il Policlinico San Matteo per la creazione di un vero e proprio “hub” per le patologie cerebrovascolari, con il distaccamento di neurologi Mondino all’interno del Pronto Soccorso, che valorizza gli straordinari risultati della Stroke Unit dell’istituto pavese, una delle prime in Italia, che grazie alla sperimentazione dei nuovi protocolli dal 2001 a oggi ha ridotto la mortalità media dal 9,5% al 4%, riducendo significativamente anche i tempi di ricovero dei pazienti colpiti da ictus.Mondino, in merito alla scoperta di due nuovi geni implicati nell’insorgenza della Sclerosi Laterale Amiotrofica e l’impianto di un nuovo sistema di Deep Brain Stimulation (stimolazione elettrica profonda di alcune aree del cervello), procedura di neurochirurgia funzionale condotta in collaborazione con l’Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano, per i pazienti con sindrome di Parkinson.

In ambito nazionale, i 55 ricercatori della Fondazione Mondino sono al 19mo posto per numero di pubblicazioni e al 23mo posto per impact factor - al primo posto considerando un indice normalizzato per singolo ricercatore.

RingraziamentiIl presidente Fabio Rugge ringrazia tutti coloro che si sono impegnati per favorire in ogni modo l’espansione e lo sviluppo del Mondino.

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 05 Maggio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.