(IN) Netweek

PAVIA

Espulso dall’Italia egiziano già  respinto alla frontiera E’ stato sorpreso mentre urinava sulle aiuole dell’allea

Share

Allea, un espulso dall’Italia

A proposito di controlli in nome della sicurezza in viale Matteotti, la Questura informa che nel pomeriggio di martedì le pattuglie della Squadra Volante impiegate in attività di prevenzione hanno notato un individuo impegnato a urinare sulle aiuole nonostante la presenza di diversi passanti.

Privo di documenti, ha dato agli agenti generalità risultate poi false.

A suo carico sono inoltre emersi alcuni precedenti in materia di stupefacenti, mentre si è accertato che in passato era già stato respinto dal territorio nazionale.

Per questo al cittadino egiziano di 28 anni, dopo essere stato segnalato per false dichiarazioni sulla propria identità personale e atti osceni in luogo pubblico, è stato notificato un decreto di espulsione con intimazione a lasciare l’Italia entro sette giorni.

Sul treno senza biglietto:

fermati dalla VolanteNel pomeriggio di martedì gli equipaggi della Squadra Volante sono intervenuti presso la stazione ferroviaria di Pavia su richiesta del capotreno il quale aveva sorpreso su un convoglio Trenord due stranieri che, privi di biglietto, si rifiutavano di fornire le loro generalità.

Le due persone si erano allontanate prima dell’arrivo degli agenti, dopo aver causato un ritardo di circa 30 minuti nella partenza del convoglio.

Grazie alla descrizione fornita, gli stessi sono stati rintracciati nel piazzale della stazione: uno dei due, cittadino marocchino di 32 anni, è risultato destinatario di ordine di cattura emesso dal Magistrato di Sorveglianza di Modena poiché, al termine di un permesso breve, non ha fatto rientro in carcere.

L’uomo è stato trovato in possesso di uno zaino contenente un grimaldello, un navigatore satellitare provvisto di cavo di alimentazione da auto ed una chiavetta USB, del cui possesso non ha saputo fornire giustificazione.

Ultimate le procedure di identificazione, è stato tradotto presso la Casa circondariale di Pavia.

Un arresto a Vigevano

Sempre martedì personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Vigevano ha rintracciato presso la sua abitazione e tratto in arresto un cittadino egiziano 28enne, colpito da ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Vercelli.

L’uomo è stato condotto nella Casa circondariale di Vigevano, dove dovrà scontare una condanna a 2 anni e 6 mesi di reclusione per rapina e ricettazione in concorso commessa a Casale Monferrato nel 2014.

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 04 Agosto 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.