(IN) Netweek

PAVIA

Due incontri per scoprire i tesori artistici dell’Università  di Pavia

Share

Il Sistema Museale di Ateneo svela alla città i tesori dell’Università di Pavia con due incontri di grande suggestione. Sabato 25 febbraio e sabato 1 aprile 2017 saranno aperti al pubblico due edifici storici, oggi sede di strutture accademiche, che celano al loro interno preziosi scrigni di storia e arte.

A cura del Museo di Storia Naturale, che insieme ad altri musei e collezioni fa parte del Sistema Museale di Ateneo, saranno proposte due visite guidate rivolte alla cittadinanza.

Sabato 25 febbraio è in calendario l’accesso all'ex convento di San Felice, attualmente sede del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali e del Dipartimento di Studi Umanistici. Il complesso, sito nell'area compresa tra via San Felice e Palazzo Botta, riproduce una importante pagina dell’architettura religiosa di epoca medievale, giunta fino a noi attraverso le modifiche apportate alla fine del Settecento per adeguare la struttura ad orfanotrofio. Di notevole rilievo è la chiesa che nel corso dei secoli ha subito numerose trasformazioni, mantenendo intatta la cripta e le splendide tombe alto-medievali, a ricordare la vita del convento animata da valenti badesse. Dell’antico monastero oggi rimangono visibili anche testimonianze pittoriche di epoche diverse, collocate nell'antico refettorio, nella chiesa e nella Cappella della Madonna.

Sabato 1 aprile è in programma la visita all'ex monastero di San Tommaso, un grandioso complesso architettonico situato tra piazza del Lino e corso Mazzini, oggi sede del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università. Si tratta di un trecentesco convento domenicano, saldato a sud alla chiesa tardo-gotica deprivata della navata destra e interessato da modifiche successive che lo trasformarono in Seminario Generale prima e Caserma poi. All'interno, la preziosa Cappella Bottigella, luogo di fervido culto per la presenza delle spoglie della beata Sibillina Biscossi e sede privilegiata delle committenze artistiche della famiglia pavese. L’ambiente, ancora oggi splendidamente affrescato, ospitò per secoli la pala di Vincenzo Foppa, capolavoro del Rinascimento lombardo, attualmente esposta ai Musei Civici di Pavia.

L’appuntamento con l'iniziativa del Sistema Museale di Ateneo è per sabato 25 febbraio alle ore 15.30 in via San Felice 5 e per sabato 1 aprile alla ore 15.30 in piazza del Lino 2.

Le visite guidate sono a pagamento. Biglietto intero euro 5,00 (euro 3,00 6-13 anni). Non è necessario prenotare. Per informazioni, 0382 986308 o museo@unipv.it.

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 24 Febbraio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.