(IN) Netweek

PAVIA

Dall’ASP di Pavia in arrivo una speranza L’Avvocato Niutta: «Anche per il 2016 rendicontiamo in modo positivo il nostro lavoro»

Share

Il Consiglio dell’ASP di Pavia ha approvato il Bilancio di esercizio 2016. Si conferma anche quest’anno il positivo andamento gestionale che ha contraddistinto l’ASP dal momento della sua trasformazione in Azienda, avvenuta nel 2004. Si registra un avanzo di gestione pari a € 3.644,03. I ricavi passano da € 27.792.236,65 per l’anno 2015 a € 28.155.310,44 per il 2016. Il Consiglio ha espresso la propria soddisfazione poiché, anche in un momento di difficoltà generale, si è garantita unitamente alla sostenibilità anche la qualità dei servizi in favore dei nostri concittadini. Tra i dati di rilievo si menzionano n. 9.194 visite ambulatoriali; n. 16.497 interventi di fisioterapia; n. 37.010 analisi di Laboratorio. I posti letto presso l’IDR hanno fatto registrare complessivamente nell’esercizio n. 1427 ricoveri. Presso la RSA Pertusati sono stati effettuati 98 accoglimenti e sono pervenute 189 domande di ospitalità. I 42 posti della RSA S. Croce sono attivi nella misura consentita e al momento si registra una saturazione della capacità recettiva. Nello stesso modo per i 30 posti di pertinenza della RSD Gerolamo Emiliani. Da registrare uno sviluppo particolarmente significativo delle convenzioni e dei rapporti con Enti, Associazioni, Strutture sanitarie anche nell’ottica di sviluppare le procedure previste dalla L.R. 23/2015 di Riordino del Sistema Socio Sanitario Lombardoper la creazione del percorso di presa in carico dei pazienti cronici e fragili.

L’Avv. Maurizio Niutta ha sottolineato le prospettive che consentono di guardare con fiducia anche al futuro. Infatti mantenendo costanti rapporti con la Regione si sono ottenuti notevoli risparmi gestionali aderendo al gruppo d’acquisto regionale proprio sul presupposto di fare rete e sinergia con gli altri soggetti pubblici che operano nel nostro ambito. Con l’Università di Pavia si sono consolidate intese sfociate in numerosi eventi sia sul piano formativo che di progettazione innovativa di servizi e protocolli di assistenza.

Anche nel 2016 donazioni, contributi e liberalità hanno avuto la loro importanza. Il dato complessivo per l’intero periodo di attività dell’ASP e cioè tra il 2004 e il 2016 dove con diversi modi di contribuzione a titolo di liberalità considera donazioni pari ad € 574.994,12.

L’Avv. Niutta ha posto infine nella dovuta rilevanza la corretta e proficua relazione con tutte le componenti aziendali ed in particolare con i dipendenti ed i collaboratori esterni con i quali si è compartecipato l’obiettivo aziendale di assicurare la migliore qualità dei servizi coniugandola ad un sano principio di sostenibilità che è poi il rispetto delle risorse date. Come a dire :«nonostante tutto ce la si può fare» ed è un messaggio che travalica i confini aziendali.

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 12 Maggio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.