(IN) Netweek

PAVIA

Coppa del mondo, Filigoi e Mulas d’oro A Lucerna in acqua i migliori atleti; un’ottima Italia si è piazzata seconda nel medagliere per Nazioni

Share

Risultati prestigiosi per Piero Sfiligoi e Matteo Mulas: entrambi studenti dell’università di Pavia e atleti del College federale remiero in collaborazione fra CUS Pavia e Federcanottaggio. Alla terza prova di Coppa del Mondo che si è svolta a Lucerna, Sfiligoi e Mulas hanno conquistato il podio rispettivamente nel 4 senza pesi leggeri e nel 4 di coppia pesi leggeri.

Il meglio del canottaggio mondiale ha gareggiato a Lucerna e l’Italia alla fine della tre giorni ha conquistato la seconda posizione nel medagliere per Nazioni a pari merito con l’Australia e la Polonia con cinque medaglie (2 oro, 2 argento, 1 bronzo) e dietro alla Nuova Zelanda con sette sigilli (6 ori, 1 argento). Piero Sfiligoi, canottiere del college federale remiero, 22 anni e studente di scienze motorie all’università di Pavia, ha vinto la medaglia d’oro nel 4 senza pesi leggeri insieme ai compagni Duchic, Barbaro e Tedesco. Sfiligoi (CC Saturnia, capovoga) ha dichiarato alle Federazione Italiana Canottaggio: «E' stata una bella gara, l’abbiamo saputa interpretare bene e ci sono state diverse condizioni meteo durante la regata: vento a favore, vento contro, ma siamo stati sempre compatti, che è una caratteristica del nostro equipaggio. Sono molto soddisfatto di aver vinto in questa barca che è uscita dal novero delle barche olimpiche. Sono anche molto contento del lavoro svolto e con l’impegno di Spartaco Barbo che c’è dietro». Medaglia d’argento un mese fa ai Campionati Europei nella medesima specialità, Sfiligoi ha guidato il quattro senza leggero italiano che ha superato l’equipaggio della Russia. Un risultato importante, se si pensa che proprio a quegli Europei la stessa Russia aveva vinto l’oro per soli 14 centesimi.

Matteo Mulas canottiere del college federale remiero, 24 anni e studente di ingegneria all’università di Pavia, ha vinto la medaglia d’oro nel 4 di coppia insieme a Goretti, Micheletti, Amarante.

Matteo Mulas (CL Terni, numero quattro) ha dichiarato alla Federazione italiana canottaggio: «Dopo la partenza un po’ lenta ci siamo messi sul passo e vedevo che la barca reagiva ad ogni sollecitazione, nella seconda parte abbiamo attaccato e nella parte finale siamo riusciti a dare la zampata finale per poter vincere questa bellissima finale. Davvero contento».

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 14 Luglio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.