(IN) Netweek

PAVIA

Autunno: Pavia provincia «zucchifera» Il 35% della produzione nazionale si raccoglie in Lombardia, ma la coltivazione è diffusa anche in in altre regioni

Share

Ci fosse Cenerentola avrebbe solo l’imbarazzo della scelta per una zucca da trasformare in carrozza. Infatti negli ultimi dieci anni la Lombardia ha più che raddoppiato le coltivazioni – spiega Coldiretti - passando da meno di 260 ettari nel 2006 a più di 700 ettari nel 2017 su un totale di duemila a livello nazionale. La classifica delle province lombarde più “zucchifere” è guidata da Mantova con quasi 396 ettari e Cremona con 92. Pavia è terza in classifica, con 136 ettari coltivati; seguono Brescia con 40, Lodi con 16, Milano con 15, Varese con quasi 3, Bergamo e Como con 2 ettari a testa. Nella parte alta della classifica, il boom più forte degli ultimi dieci anni lo ha registrato Cremona, che ha triplicato i terreni, mentre Mantova e Pavia li hanno più che raddoppiati. «Il 35% della produzione nazionale si raccoglie in Lombardia, ma la coltivazione è diffusa anche in Emilia-Romagna, Veneto, Campania, Lazio, Liguria, Sicilia e Toscana. – spiega Coldiretti – La raccolta in campo avviene da metà agosto a metà settembre a seconda delle varietà».

A Dorno, in Lomellina, si coltiva la zucca bertagnina, il cui nome così deriva dalle tipiche protuberanze sul fondo della zucca: il «bartò» (o «baratòi») in dialetto locale indica il caratteristico copricapo dei contadini, il berretto. Ma coltivazioni di zucca sono presenti anche in Oltrepo Pavese: le varietà più diffuse sono la Delica (piccola e verde), la Bertina (grigia, e più grande), l’Americana (gialla, abbastanza tonda, con coste molto evidenti), e la Violina (allungata, a fiaschetto, ricorda un violino). Al dettaglio – spiega Coldiretti – il prezzo oscilla fra 1 e 2 euro al chilo, mentre all’ingrosso i produttori vengono pagati fra 30 e 60 centesimi al chilo.

Regina indiscussa delle tavole autunno invernali grazie anche all’abbinamento col riso nei risotti – afferma la Coldiretti – la zucca è uno dei prodotti più versatili della cucina italiana e può essere utilizzata sia per le preparazioni salate che per quelle dolci ma anche abbinata a pasta, carne, formaggi e torte. Nel corso del tempo si sono differenziate principalmente due tipologie di utilizzo, una relativa alla preparazione di tortelli, gnocchi, dolci e pane, l’altra come ingrediente di minestre e minestroni. Nel primo caso le varietà più adatte presentano polpa molto soda, asciutta e dolce; per gli altri utilizzi vanno bene anche zucche meno dolci.

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 22 Settembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.