(IN) Netweek

PAVIA

All’Istituto Santa Margherita è andata in scena la Giornata dell’infermiere

Share

Grande attenzione ed interesse per la giornata dell’infermiere che si è svolta pure a Pavia presso l’Ist. di Cura S. Margherita. Con una postazione fissa posta all’ingresso della struttura, gli infermieri fuori dall’orario di servizio hanno voluto colloquiare con ospiti e congiunti e a questi ultimi hanno offerto la possibilità di rilevare i parametri vitali dando un’immagine attiva sul ruolo che riveste questa figura professionale nella prevenzione e nell’educazione sanitaria. Tante parole di gratitudine da parte dei molti interessati ad entrare in contatto durante la giornata e tra le presenze l’Avv. Maurizio Niutta ha voluto pure accompagnare uno dei grandi della tradizione sanitaria pavese , il rag. Giorgio Villani, per oltre 30 anni responsabile amministrativo del locale Policlinico San Matteo. L’Avv. Niutta ha ritenuto emblematica la presenza di chi rappresenta una parte della storia e l’orgoglio della sanità pavese poiché come lo stesso Villani ama ripetere, il Policlinico fu reso grande anche attraverso l’impegno di tante encomiabili e meravigliose figure di infermiere . E se questa è la tradizione lo stesso Direttore dell’ASP, Avv. Niutta, ha voluto rimarcare di come la continuità di impegno sia richiesta pure nell’ambito della riforma sanitaria regionale che vede ancora nella figura infermieristica il momento centrale e di raccordo tra il percorso clinico e quello assistenziale al fine di migliorare la presa in carico e la qualità della vita del soggetto che a chi si presenta con esigenze sanitarie, riabilitative e sociali. Hanno voluto ringraziare i protagonisti della giornata e per loro la rappresentante IPASVI Concetta Barbato e le responsabili infermieristiche dell’IDR S. Margherita Luisa Grossi e Simona Lombardi.

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 19 Maggio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.