(IN) Netweek

MONZA

Poste a rilento? Nuove risorse dalla Regione Problemi sentiti sono quelli delle more che i cittadini si trovano a pagare a seguito del recapito in ritardo delle bollette

Share

«Un Tavolo che segna un passo avanti per superare le criticità emerse nella consegna della posta in provincia di Pavia dove c'è stata una riorganizzazione del sistema di consegna che, come riconosciuto dai responsabili di Poste Italiane, ha registrato ritardi e recapiti fuori dai tempi promessi».

Lo ha affermato il sottosegretario alle Riforme istituzionali, Enti locali, Sedi territoriali e Programmazione Daniele Nava commentando l'esito del Tavolo Poste svoltosi a Pavia.

Gli incontri provinciali, programmati dal Tavolo regionale di monitoraggio e confronto tra Regione Lombardia, Poste Italiane Spa e Anci Lombardia sono stati ideati con lo scopo di verificare, valutare e monitorare le criticità segnalate dai territori provinciali sul recapito della corrispondenza. Presenti al Tavolo, il sindaco di Pavia e componente del Direttivo di Anci Lombardia Massimo Depaoli, sindaci del territorio ed esponenti della Provincia.

«La riorganizzazione che sta interessando Poste Italiane - ha sottolineato il sottosegretario Nava - è passata per la consegna a giorni alterni registrando alcuni problemi; insieme, intendiamo individuare soluzioni per tutto il territorio Pavese. Problemi molto sentiti sono quelli delle more che i cittadini si trovano a pagare a seguito del recapito in ritardo delle bollette e la ridotta funzionalità, con aperture ridotte o mancanza di postamat, che sono fondamentali per i piccoli centri». «La soluzione delle problematiche di consegna postale - ha aggiunto - che interessa raccomandate, bollette e semplice corrispondenza, è una priorità per Regione Lombardia».

Nava ha aggiunto che sono già state conseguite importanti conquiste: «In particolare due - ha rimarcato il sottosegretario - ovvero l'introduzione di significativi contingenti di personale a tempo determinato nelle aree che hanno evidenziato le maggiori criticità (come hanno confermato gli stessi vertici di Poste Italiane a Pavia) e la sospensione temporanea del Piano di riorganizzazione del servizio originariamente previsti nei territori di Monza Brianza, Lodi e Mantova».

«La distribuzione della corrispondenza sulla provincia di Pavia si sta stabilizzando - ha detto Gabriele Marocchi, responsabile del recapito regionale di Poste Italiane - superando alcune criticità generate durante le festività nei centri di meccanizzazione postale, dovute soprattutto al forte incremento degli acquisti online legati all'e-commerce e all'implementazione di una nuova organizzazione di recapito nel territorio pavese. Il superamento sta avvenendo grazie a una serie di interventi mirati. Tra questi, l'inserimento di 9 risorse a tempo determinato in aggiunta alle 25 già inserite nel mese di gennaio e una revisione dell'attuale organizzazione con l'obiettivo di una più efficace attività di consegna».

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 10 Marzo 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.