(IN) Netweek

FILIGHERA

«Qui RIP le tue ceneri», un’ironia che fa scoppiare la polemica Il sindaco: «Atto necessario per mantenere più pulito il paese» I sedici posacenere posizionati sul territorio comunale hanno scatenato reazioni anche a livello politico

Share

Non si può dire che la frase «Qui RIP le tue ceneri» scritta su 16 posacenere posti in opera a Filighera per iniziativa dell'Amministrazione comunale sia passata inosservata.

Numerosi articoli sugli organi di stampa locale, prese di posizione da parte dei partiti politici... Un polverone di polemiche che tuttavia non scalfisce più di tanto il buon umore del sindaco del piccolo comune pavese, Alessandro Pettinari: «Non pensavamo certo che la nostra iniziativa potesse suscitare tanto clamore - spiega il primo cittadino - Tutto è nato da un'idea vincente del vicesindaco Michele Grossi che, l'anno scorso, in vacanza a Favara (Agrigento, Sicilia), si è imbattuto proprio in questi posacenere. Immediatamente ha pensato di utilizzarli per risolvere uno dei problemi che da tempo infastidisce i nostri concittadini: quello del decoro pubblico. Per questo ha messo a punto un progetto e ce lo ha presentato. Grossi ha inoltre coinvolto nell’iniziativa i pubblici esercizi del paese i cui titolari, evidentemente stanchi di ritrovare davanti alle soglie dei propri negozi gli antipatici mozziconi di sigaretta, hanno aderito senza farsi pregare. Infine ha anche indicato i punti del territorio comunale dove posizionare i posacenere.

A me personalmente l'idea è piaciuta subito: la trovo un modo ironico e divertente per tenere pulito il paese. Guardate i pacchetti di sigarette: le immagini che propongono per sensibilizzare sui danni da tabacco sono raccapriccianti. Noi, al contrario, invitando i fumatori ad usare i posacenere per gettare i mozziconi approfittiamo dell’occasione per ricordare loro, che, accendendosi una sigaretta, non fanno altro che accelerare l’inevitabile processo naturale destinato a concludersi con il tornare a essere cenere...». Insomma, i posacenere non sono altro che oggetti utili e la frase un ammonimento ironico sui danni alla salute provocati dal fumo.

«I posacenere, il cui costo è di 40 euro cadauno, sono stati realizzati da un'azienda siciliana con materiale di recupero - prosegue il sindaco - Alla luce di questo, penso che tutto il percorso che ha portato alla realizzazione del progetto, dalla filiera produttiva dei manufatti all'idea di posizionarli a Filighera, meriti un'attenzione differente rispetto all'accoglienza sterilmente polemica che ha ricevuto. Tra l'altro, fin dai primi giorni ci siamo resi conto che i manufatti sono molto utilizzati, segno evidente che anche i fumatori apprezzano i nostri sforzi per mantenere la massima pulizia possibile sul territorio comunale».

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 24 Febbraio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.