(IN) Netweek

CIGOGNOLA

Sessant’anni dopo il tornado serata su «Le forze della natura»

Share

Il 16 giugno 1957 Cigognola e, per la precisione, la frazione Vallescuropasso, fu colpita da un violento tornado – evento meteorologico allora sconosciuto ai più – che causò la morte di sei persone e la distruzione totale o parziale di ben 110 abitazioni.

A distanza di sessant’anni esatti, l’Amministrazione comunale e l’Associazione culturale L’Officina delle buone idee, in collaborazione con la civica biblioteca, vogliono ricordare quell’evento attraverso la conferenza dal titolo «Le forze della natura». Scrivere e raccontare gli eventi tenuta dal prof. Giuseppe Polimeni, professore associato di linguistica italiana della Università degli Studi di Milano, venerdì 16 giugno 2017 (inizio ore 21,00) al PoloCivicoCulturale di Cigognola – Valle Cima, Piazza d’Europa Unita.

Un approccio, quindi, prettamente letterario all’argomento, avendo già approfondito il tema da un punto di vista squisitamente scientifico dieci anni fa, in occasione della commemorazione del cinquantesimo anniversario del tornado.

Dante, Shakespeare, Boccaccio, Manzoni sono i più noti fra gli autori che hanno trattato di eventi (meteorologici) estremi: su di essi, sui loro testi, è caduta la scelta del prof. Polimeni. Il quinto canto dell’Inferno, il primo atto de La Tempesta, la prima giornata del Decameron, il trentaquattresimo capitolo de I Promessi Sposi: queste sono solo alcune tra le più belle pagine della letteratura di tutti i tempi commentate dallo studioso nel suo intervento.

I testi saranno interpretati da Gino Bartalena, mentre il commento musicale è affidato ai maestri Silvia Colli, violinista, e Guido Andreolli, organista.

In programma musiche di Arcangelo Corelli, Antonio Vivaldi, Giuseppe Tartini, Jean-Marie Leclaire.

Ingresso libero.

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:afm

Pubblicato il: 16 Giugno 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.