(IN) Netweek

PAVIA

Pavia Calcio: tutto é pronto L’avventura-disavventura cinese e la mancata iscrizione in LegaPro sono ormai alle spalle

Share

Buone notizie, almeno stando alle news dell’ultimora, per i tifosi del Pavia: i biancazzurri dovrebbero giocare tranquillamente fra le mura casalinghe dello stadio «Fortunati». Dopo mesi di tiramolla e bracci di ferro con il Comune, infatti, la gloriosa società che ha per simbolo Minerva avrebbe trovato la quadra per far effettuare le indispensabili manutenzioni all’impianto cittadino. Chi segue appena appena anche da lontano le vicende legate allo sport pavese sa bene cosa sia successo nel recente passato: tre anni fa l’ex-presidente Pierlorenzo Zanchi ufficializza la vendita della squadra a Xiadong Zhu, plenipotenziario di un fondo di investimenti cinese. Anticipando addirittura i tempi delle squadre milanesi, i denari con gli occhi a mandorla sbarcarono sul Po. Ma senza riuscire nell’intento di risollevare il club: solo un anno dopo i cinesi passano la mano e l’imprenditore romano Alessandro Nuccilli (subentrato) non riesce a pagare l’iscrizione al campionato di LegaPro: il Pavia viene radiato dalla Figc. Il lungo cammino della formazione biancazzurra deve giocoforza ripartire dall’Eccellenza (cambiando nome in Pavia Football Club 1911). Subito il salto di categoria, e adesso siamo qui a tifare per la vittoria del torneo (che darebbe diritto automatico al passaggio in Serie C, la ex-LegaPro). Insomma, fra alti e bassi la «Minerva» del calcio nostrano ce la sta facendo eccome! Un gruppo dirigente di tutto rispetto e uno staff tecnico molto preparato garantiscono certezze per il futuro.

Ed è notizia fresca, come si diceva, il nullaosta per l’utilizzo dello stadio dopo anche aspre contrapposizioni in settimane col fiato sospeso. La presidente Cristina Rasparini ha incontrato nei giorni scorsi tecnici e politici comunali: la firma sulla convenzione per l’utilizzo delle strutture per la stagione 2017-18 è imminente. Migliorati i rapporti anche con l’assessore Giuliano Ruffinazzi, cui il sindaco Massimo Depaoli ha attribuito la delega allo Sport. Intanto, a inizio settimana, sono iniziati i lavori per la sistemazione del terreno di gioco dello stadio. La ditta incaricata è intervenuta con una sabbiatura e poi perforando il terreno per ossigenare lo strato inferiore. Quindi si procederà a concimare, a innaffiare ed a rasare l’erbetta. Una manutenzione ordinaria e qualche piccolo lavoro di muratura completeranno l’opera: entro i primi di settembre i 4.000 posti del «Fortunati» dovrebbero tornare ad essere patrimonio di tutti i tifosi pavesi. E allora, in attesa del Calendario ufficiale, appuntamento allo stadio e... Forza Pavia!

Leggi tutte le notizie su "Pavia 7"
Edizione digitale

Autore:bgf

Pubblicato il: 04 Agosto 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Si parla di:



Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.